Altamura (06/07/2015) Si è svolta quest’oggi, lunedì 6 Luglio alle ore 11, a Bari, presso la sede dell’Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia (Lungomare Nazario Sauro 45/47), la Conferenza Stampa di presentazione del Progetto di cooperazione “Corto Circuito dei Contadini”, del quale il GAL Terre di Murgia è capofila. Tra i presenti, rappresentanti istituzionali e operatori dei GAL delle Province di Bari e Bat aderenti al progetto, quali: GAL SEB, GAL Fior d’Olivi, GAL Conca barese e GAL Ponte Lama. Tra i relatori sono intervenuti Cosimo Sallustio, dirigente Assessorato Risorse Agroalimentari Regione Puglia, Francesco Schittulli, presidente nazionale della LILT, e Pasquale Lorusso, direttore tecnico del GAL Terre di Murgia. Durante l’incontro sono state presentate le azioni comuni del progetto, che ha “l’obiettivo generale – ha spiegato Lorusso – di valorizzare i prodotti tipici locali ed il turismo rurale grazie ad una strategia di sviluppo del mercato della filiera corta e del Km zero. La freschezza del prodotto e la stagionalità assumono in questo contesto un ruolo chiave permettendo da un lato agli agricoltori di tornare protagonisti nel sistema e dall’altro consentendo di fare buona educazione alimentare”.

“Vista l’importanza educativa del progetto non poteva mancare – ha aggiunto Schittulli – il patrocinio dato dalla Lilt. È una strategia vincente accattivarsi i bambini sin dalle scuole materne su temi fondamentali come la nutrizione. Così si può incidere al meglio a livello sanitario, scolastico ed agricolo facendo emergere il valore della sana alimentazione”.

“L’azienda agricola è sempre di più al centro delle attenzioni ed il suo ammodernamento ci consente – ha sottolineato, Sallustio – di rivisitare le dinamiche agricole, alimentari e rurali. Con questa iniziativa dei Gal, che svolgono da sempre un ruolo di connessione sui territori, è stata fatta massa critica su tutto il territorio regionale. Abbiamo così tante chances da giocarci e credo riusciremo finalmente a far apprezzare anche le caratteristiche e le peculiarità di ciò che c’è dietro i nostri prodotti. Ed i contadini con noi, come sta avvenendo per Expo 2015, saranno sempre in prima fila quanto ad attenzione”.

A supporto delle attività è stato realizzato un kit educativo contenente un e-book che racconta le storie di “Slurp e Gnam”, il fumetto “Il viaggio di Corto Circuito – Missione Biofonte” e il video gioco “Eco-warriors Apulia Food”. “La realizzazione di strumenti didattici, messi a disposizione dai Gal partner, ha già prodotto – secondo Cirone – effetti positivi, come nel caso del Gal Seb che ha dato vita ad un protocollo d’intesa con 17 scuole primarie per trasferire, tramite biologi nutrizionisti, le conoscenze sul mangiare e bene sano”.

Maria Cristina Marvulli